3 rimedi per eliminare la ritenzione idrica alle gambe

Gonfiore, pesantezza, dolore a caviglie, ginocchia e polpacci: sono sintomi piuttosto comuni per chi soffre di ritenzione idrica. A questo quadro, poi, spesso si aggiungono anche glutei e addome gonfi e con la pelle dall’aspetto di una buccia d’arancia.

L’accumulo di liquidi a livello delle gambe è un disturbo che interessa molte donne. Di solito questo ristagno è causato dalla scarsa attività fisica e da un’alimentazione che non apporta la corretta quantità d’acqua.

 

Rimedio numero 1: attività fisica

Per riuscire a eliminare i liquidi in eccesso che ristagnano nelle gambe e mettere KO la ritenzione idrica è opportuno cominciare da qualche esercizio fisico. Il movimento aiuta a mettere in moto i muscoli di polpacci e cosce e a stimolare il circolo venoso e linfatico. Tra le attività fisiche più utili in tal senso vi sono la camminata (si consiglia a velocità sostenuta), le pedalate in bicicletta, il nuoto e l’acquagym. È consigliabile alternare le varie attività durante la settimana, in modo da ripeterle anche un paio di volte per ottenere i migliori risultati.

 

Rimedio numero 2: l’alimentazione

Il movimento da solo non basta: occorre lavorare anche sull’alimentazione per drenare dall’organismo i liquidi in eccesso. Premesso che l’acqua non deve mancare mai (meglio berne almeno 1,5-2 litri al giorno), sono consigliate anche le verdure e la frutta fresche per apportare alcuni micronutrienti importantissimi. Tra questi le vitamine C ed E, utili per proteggere le cellule dallo stress ossidativo comprese le cellule dei capillari sanguigni, e i sali minerali come magnesio e potassio rispettivamente utili per regolare l’equilibrio elettrolitico dell’organismo e mantenere una normale pressione sanguigna.

 

Rimedio numero 3: la natura

Esistono anche dei rimedi naturali che possono aiutare a contrastare la ritenzione idrica grazie alle proprietà diuretiche o drenanti o in grado di favorire il benessere delle vie urinarie. I più importanti è utilizzati, che spesso si trovano in commercio sotto forma di integratori alimentari, sono la pilosella, il tarassaco, la betulla, la gramigna e l’orthosiphon. Anche l’ananas può risultare utile per contrastare gli inestetismi della cellulite e favorire la funzionalità del microcircolo. Utilizzati nel contesto di un’alimentazione corretta e della giusta attività fisica, questi rimedi naturali possono aiutare a riassorbire i liquidi in eccesso e a ristabilire la normale salute e funzionalità delle gambe.

Articoli correlati