L-carnitina

La L-carnitina è un nutriente molto importante per il benessere complessivo dell’organismo. Svolge un ruolo fondamentale nella trasformazione dei grassi in energia.

La L-carnitina venne identificata la prima volta nel 1905 da W. Gulewitsch e R. Krimberg nella carne di bovino, da cui deriva il suo nome. La L-carnitina, infatti, è presente in quantità abbondanti nella carne e nei derivati animali (latte, uova), più moderatamente nel pesce e in quantità modeste nella frutta e nella verdura (mele, avocado, pomodori). Oltre alla quota assunta con la dieta, la L-carnitina viene sintetizzata dall’organismo umano a partire da altri due amminoacidi essenziali: la lisina e la metionina, in presenza di cofattori come la niacina, la vitamina C, la vitamina B6 e il ferro.

Proprietà della L-carnitina

Seppure classificata come amminoacido, la L-carnitina non partecipa alla sintesi delle proteine. Il suo ruolo principale nell’organismo umano è quello di trasportatore degli acidi grassi.
Gli acidi grassi rappresentano una fonte di energia primaria per il muscolo scheletrico e per il cuore. La L-carnitina lega gli acidi grassi presenti nel citoplasma delle cellule e contribuisce al loro trasporto all’interno dei mitocondri, dove vengono trasformati in energia attraverso processi di beta-ossidazione. La L-carnitina quindi è importante affinché le cellule dei muscoli e del cuore possano produrre correttamente l’energia a loro necessaria. Una carenza di questo nutriente può dal luogo a stanchezza fisica generalizzata, pertanto è sempre importante introdurre con la dieta alimenti ricchi di questo nutriente o dei suoi amminoacidi precursori in modo che l’organismo possa regolarne la produzione sulla base delle necessità.

A cosa serve la L-carnitina

La L-carnitina trova impiego nella formulazione di integratori alimentari utili in caso di carenza o aumentato fabbisogno e in prodotti con effetto tonico ed energizzante. In particolare negli anziani si può assistere ad una riduzione della sintesi endogena che, se non bilanciata dall’assunzione attraverso la dieta, può portare ad astenia e stanchezza cronica. La L-carnitina può essere inoltre utile agli sportivi, nei momenti di maggior impegno fisico, grazie al suo ruolo nella produzione di energia dagli acidi grassi.