Regola n° 1: Muoversi

Fare movimento è molto importante per mantenere il benessere dell’organismo. L’attività fisica, accompagnata da un’alimentazione corretta e bilanciata, contribuisce alla salute generale della persona.

Praticare sport con regolarità, correre o fare ginnastica, o anche semplicemente svolgere attività quotidiane come camminare, fare i lavori domestici o andare in bicicletta, sono attività che aiutano a sentirsi meglio e a combattere lo stress fisico e mentale. Uno stile di vita attivo, infatti, non aiuta soltanto a controllare e prevenire le malattie metaboliche e cardiovascolari, ma ha un effetto positivo anche sull’ansia, la depressione e la stanchezza mentale.

L’esercizio fisico è importante a tutte le età e aiuta a mantenere sotto controllo la pressione arteriosa, il livello di colesterolo nel sangue, il livello della glicemia, favorisce la riduzione del tessuto adiposo, diminuisce il rischio di obesità e contribuisce alla crescita e al benessere dei muscoli e delle ossa.

Quanto bisogna muoversi per stare bene?

Molte persone sono consapevoli dell’importanza del movimento, ma spesso credono che sia necessario uno sforzo fisico intenso per avere benefici concreti. In realtà non serve essere atleti! Anche solo 30 minuti di attività fisica moderata ogni giorno hanno un effetto benefico sulla salute.

Introdurre nella vita quotidiana dei piccoli accorgimenti può essere determinante: cercare di muoversi a piedi o in bicicletta, evitando di usare l’automobile per i piccoli spostamenti, preferire le scale all’ascensore, fare una camminata, sono degli esempi di buone abitudini che favoriscono il benessere del sistema cardiovascolare.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha formulato delle linee guida per i livelli di attività fisica raccomandati, suddividendo tre fasce d’età:

  • Per i bambini e i ragazzi dai 5 ai 17 anni si raccomandano almeno 60 minuti di attività moderata o vigorosa al giorno, in modo da favorire la normale crescita dei muscoli e delle ossa e l’elasticità dei tessuti;
  • Per gli adulti tra i 18 e i 64 anni sono consigliati almeno 150 minuti di attività moderata a settimana o 75 minuti di attività più intensa.
  • Per gli anziani dai 65 anni in su valgono le stesse indicazioni per gli adulti, con l’aggiunta di esercizi che favoriscano anche l’equilibrio e la prevenzione delle cadute.

Questi elencati sono limiti minimi, le persone che li superano hanno benefici maggiori per la salute. Tuttavia, chi conduce una vita molto sedentaria non deve scoraggiarsi: può cominciare con piccoli esercizi, da praticare con regolarità e costanza tutti i giorni. Si può cominciare con una camminata leggera, ad esempio, per arrivare piano piano con il tempo a una camminata più sostenuta e una serie di esercizi progressivamente di intensità maggiore.

Articoli correlati