Niacina

La niacina, o vitamina B3, è storicamente conosciuta anche con il nome di vitamina PP per la sua importanza preventiva nei confronti della pellagra.

La niacina è una vitamina idrosolubile, molto resistente all’azione dell’ossigeno, del calore e della luce. L’organismo umano è in grado di sintetizzarla a partire dall’amminoacido essenziale triptofano. Servono circa 60 mg di triptofano per ottenere 1 mg di niacina.
Un’alimentazione a lungo termine povera di triptofano e niacina può provocare lo sviluppo della pellagra. La pellagra è una malattia causata dalla carenza di questo importante nutriente. Fino all’inizio del XX secolo colpiva le popolazioni povere delle aree rurali, che si sfamavano con una dieta quasi esclusivamente a base di polenta di mais e di sorgo, costituendo una vera e propria piaga sociale.

La niacina è stata identificata come fattore preventivo della pellagra nel 1937, da parte di un team di scienziati americani coordinati dal Dottor Conrad Arnold Elvehjem. Il primo composto individuato come vitamina PP (Pellagra Preventis) fu l’acido nicotinico, ma con il tempo il termine niacina ha cominciato ad identificare anche il suo maggiore attivo a livello biologico: la nicotinammide.

Proprietà e utilizzi della niacina

Il corpo umano utilizza la niacina per produrre energia. L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare ne ha riconosciuto le proprietà salutistiche a favore del mantenimento del normale metabolismo energetico. Sotto forma di nicotinammide, infatti, è un costituente fondamentale dei cofattori enzimatici NAD e NADP, due importanti biomolecole coinvolte in molti processi metabolici.

Una carenza di niacina, o del suo precursore triptofano, si manifesta con una serie di sintomi che comprendono problemi gastrointestinali, dermatiti, stanchezza diffusa, depressione e disturbi della memoria.

È pertanto importante assumere questi nutrienti nelle corrette quantità per evitare le problematiche per la salute dovute alla loro carenza. Per quanto riguarda la niacina, si trova in abbondanza, sotto forma di acido nicotinico, in alcuni cereali (crusca di frumento) e nel lievito di birra. Nella carne, invece, è presente come nicotinammide. Anche la verdura, la frutta e le uova contengono vitamina B3, ma in quantità minori. La niacina è presente anche tra gli ingredienti di integratori alimentari utili per gli stati carenziali di tale nutriente o per favorire il normale metabolismo energetico.





Prodotto correlato:


La niacina è un componente caratterizzante del nostro prodotto "Burn"