Frutta e verdura: quanta mangiarne?

La quantità consigliata è di 600 grammi al giorno, suddivisibili in cinque porzioni. Non è così difficile, basta essere costanti e disciplinarsi: un frutto a colazione, a metà mattina e a metà pomeriggio, un buon contorno a pranzo e a cena. Alternate i colori di frutta e verdura per avere il giusto apporto di vitamine, minerali e omega-3.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che grazie ad un consumo costante di fibra ogni giorno, potrebbe diminuire l’epidemia di malattie cardiovascolari e metaboliche.

Le famose cinque porzioni al giorno di frutta e verdura (600 g) possono cambiare il destino di ciascuno di noi.

Un consumo adeguato di frutta e verdura ha benefici non solo sulla salute dell’apparato cardiovascolare, ma anche di quella complessiva dell’organismo, in quanto garantisce l’apporto di fibre e micronutrienti: vitamine, sali minerali e antiossidanti.

Grazie alla fibra migliora il transito intestinale; grazie all’ apporto di vitamine e antiossidanti si evitano situazioni carenziali, per le quali si tende a ricorrere ad integratori alimentari di natura chimica. Vitamina C, flavonoidi, carotenoidi, hanno effetti benefici sul sistema immunitario, ma anche sulla formazione delle placche aterosclerotiche, prevenendo l’ossidazione del colesterolo nelle arterie. Potassio e magnesio, per dirne alcuni tra i sali minerali, fondamentali per molte funzioni del nostro organismo.

La regola delle cinque porzioni al giorno è utile per promuovere un corretto stile alimentare, fin dalla giovane età. Tenere a mente questa regola è facile: 2 porzioni di verdura e 3 di frutta. È importante scegliere sempre frutta e verdura di stagione, che non abbia subito trattamenti tossici e sia km zero, ovvero di produzione locale, in modo che sia maggiormente garantita la presenza di micronutrienti. Oltre al consumo di ortaggi cotti è bene abbinare anche il consumo di quelli crudi.

Se iniziate dalla colazione con un frutto o una spremuta, continuando ad abbinare ad ogni pasto un alimento di origine vegetale, sarà facile raggiungere le cinque porzioni giornaliere. Il pranzo e la cena sono l’occasione perfetta per un paio di porzioni di verdura, la digestione risulterà migliore e il senso di sazietà sarà maggiore. In questo modo terrete sotto controllo fame e aumento di peso.

Per porzione si intende almeno un frutto intero (mela, pera, arancia), due o tre di quelli piccoli (albicocche kiwi, prugne). Per quanto riguarda la verdura considerate una media di 200 g, a crudo, per ogni pasto. Non temete di abbondare con le verdure, un consumo maggiore ha solo maggiori effetti benefici per la vostra salute.

Attenzione anche alla cottura, se troppo prolungata può causare la perdita di vitamine e micronutrienti che caratterizzano quel tipo di ortaggio. Lasciate perdere la frutta sciroppata e candita, così come quella disidratata, ricca di zucchero. È la frutta fresca, così come la verdura fresca e di stagione, che regala benefici preziosi per la salute!

Articoli correlati